Benvenuto sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze, conosciuto anche come Portale mef

Contenuto principale

- MEF: VERRà CEDUTO ALMENO IL 30,1% DEL CAPITALE DI ALITALIA; AVVIATE LE PROCEDURE PER LA SELEZIONE DEGLI ADVISOR.

Comunicato Stampa del 05/12/2006

Comunicato n. 191

Roma, 5 dicembre 2006

MEF: VERRÀ CEDUTO ALMENO IL 30,1% DEL CAPITALE DI ALITALIA; AVVIATE LE PROCEDURE PER LA SELEZIONE DEGLI ADVISOR.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze comunica che in data odierna viene dato concreto avvio all'operazione di cessione della quota di controllo detenuta in Alitalia. Viene a tal fine attivata la procedura di selezione degli advisor finanziario e legale che assisteranno il Ministero nel corso della privatizzazione della Società. Come stabilito dal Governo lo scorso 1° dicembre, verrà seguita una procedura competitiva a trattativa diretta rivolta a potenziali acquirenti.

Ai Consulenti - che saranno individuati sentito il parere del Comitato di Consulenza Globale e di Garanzia per le Privatizzazioni - verrà chiesto di assistere il Ministero nello svolgimento della procedura di cessione.

Coerentemente con la decisione del Governo di trasferire ai privati il controllo di Alitalia, verranno cedute una quota del capitale della società non inferiore al 30,1% e la totalità delle obbligazioni convertibili Alitalia detenute dal Ministero stesso. Ai sensi della normativa in vigore, la cessione comporterà, per l'acquirente, l'obbligo di promuovere un'offerta pubblica di acquisto sulla totalità delle azioni che costituiscono il capitale della Società.

A conclusione della procedura di selezione dei Consulenti, il Ministero, con il supporto degli stessi, provvederà alla predisposizione dell'invito a manifestare interesse all'acquisto delle attività oggetto della procedura. L'invito sarà pubblicato, presumibilmente entro la fine dell'anno, sulla stampa nazionale ed estera; in tale ambito, verranno individuati i requisiti richiesti ai soggetti che vorranno partecipare alla procedura.

Come richiamato nel comunicato stampa della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 1° dicembre scorso, ad esito della procedura di cessione (offerte vincolanti) verrà richiesto ai potenziali acquirenti di presentare un dettagliato piano industriale e di vincolarsi contrattualmente con lo Stato italiano al rispetto di una serie di impegni di lock up, che saranno individuati anche tenendo conto di profili di interesse generale; tra questi, a titolo esemplificativo: adeguata offerta dei servizi e copertura del territorio; livelli occupazionali; mantenimento dell'identità nazionale della società, del suo logo e del suo marchio.

05/12/2006

Cerca nell'archivio dei comunicati