Benvenuto sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze, conosciuto anche come Portale mef

Contenuto principale

Giorgetti al Forum di Cernobbio, obiettivo dare stabilità alla ripresa

Migliora la crescita per il 2023 ma attenzione a inflazione e denatalità

Roma, 1 aprile 2023 – Il ministro Giancarlo Giorgetti ha partecipato oggi a Cernobbio al Forum Ambrosetti dove è intervenuto al workshop dedicato all’agenda per l’Italia. “Le previsioni per il 2023 sono in miglioramento e ci aspettiamo variazioni congiunturali positive del Pil nella prima metà dell’anno, che ci porteranno a rivedere leggermente verso l’alto l’obiettivo di crescita per il 2023 precedentemente indicato dello +0,6%”, ha affermato il titolare di via venti settembre che ha confermato un ritmo moderato di crescita anche per il prosieguo dell’anno.

Giorgetti, ricordando come il governo abbia predisposto una legge di bilancio realista, prudente e responsabile, apprezzata dai partner e dai mercati finanziari, ha ribadito che l’obiettivo è dare stabilità alla ripresa realizzata negli ultimi due anni, garantendo il consolidamento del debito pubblico che potrà essere più sostenibile se accompagnato da uno sviluppo economico robusto e da una politica di bilancio equilibrata, in linea con il nuovo assetto della governance europea che si andrà a delineare nei prossimi mesi.

“È questa l’unica strada possibile - ha sottolineato il ministro - per fare in modo che l’Italia possa continuare a sorprendere come fatto negli ultimi anni. Il tempo del cambiamento è il tempo dell’investimento”. Giorgetti ha spiegato come “il sostegno pubblico all’attività economica continuerà ad esserci” anche se la “selezione degli interventi da adottare dovrà essere rigorosa, per assicurare la massima efficacia delle risorse utilizzate e ridurre i divari nel Paese”.

Sul tema dell’inflazione, che ha preso una curva discendente grazie ai prezzi dell’energia, il ministro ha evidenziato nel corso del suo intervento l’importanza di mantenere alta l’attenzione sulle dinamiche del carrello della spesa e in particolare dei prodotti alimentari. A tal riguardo Giorgetti ha auspicato che l’azione di politica monetaria delle banche centrali sia orientata al contenimento dell’inflazione ma anche alla stabilità finanziaria: “la recessione non sia il prezzo da pagare all’inflazione”. Di fronte alle turbolenze dei giorni scorsi sui mercati finanziari il ministro è tornato a ribadire come il settore bancario europeo, in particolare quello italiano, ha una solidità costruita nel corso degli anni attraverso il rafforzamento delle regole di vigilanza e delle strutture di controllo.

Giorgetti ha parlato anche del Pnrr confermando come la sua attuazione sia prioritaria per il governo ed ha ribadito una posizione già espressa in qualità di ministro dello sviluppo economico: “concordo sulla necessità di effettuare un’analisi che consenta di avere un quadro preciso sulla realizzabilità complessiva degli interventi previsti per migliorare, quanto possibile, gli aspetti più problematici e nel caso rivedere i piani iniziali, considerando gli effetti dello scoppio di una guerra nel cuore dell’Europa”. Il ministro ha inoltre annunciato che si sta valutando una misura per migliorare l’organizzazione della struttura della pubblica amministrazione per il Pnrr.

Sugli interventi previsti dal programma di governo, Giorgetti ha infine affermato come in questi giorni sia in corso di definizione il Documento di Economia e Finanza che dovrà essere presentato al Parlamento. “Sarà l’occasione - ha concluso - per fornire una valutazione approfondita della situazione congiunturale, definire gli obiettivi per il medio termine e individuare le azioni più opportune da adottare per continuare a sostenere famiglie e imprese, tenendo conto anche della crescita demografica purtroppo negativa in Italia. Un elemento spesso trascurato dagli economisti ma invece fondamentale”.

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.