Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeDettagli del collocamento del nuovo BTP a 15 anni

Comunicato Stampa N° 64 del 18/03/2015

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica i dettagli dell’emissione del nuovo BTP a 15 anni, con scadenza 1 marzo 2032 e cedola annua del 1,65%.
Hanno partecipato all’operazione circa 270 investitori per una domanda complessiva di oltre 16 miliardi di euro a fronte degli 8 miliardi di euro emessi. Circa il 34% dell’emissione è stato collocato presso investitori con un orizzonte di investimento di lungo periodo (il 17,8% a banche centrali/istituzioni governative e il 16,2% a fondi pensione e assicurazioni). Le banche si sono aggiudicate circa il 29,4% dell’ammontare complessivo, mentre ad asset manager e fondi d’investimento è stato assegnato circa il 21,7% dell’emissione. Infine, la quota sottoscritta da hedge fund è stata pari all’11,1%, mentre quella allocata a imprese non finanziarie è stata pari al 3,8% dell’assegnato.
Il collocamento del titolo ha visto una partecipazione di investitori diversificata dal punto di vista della provenienza geografica, con una quota significativa di investitori domestici che si sono aggiudicati il 43,8% circa dell’emissione. Di rilievo è stata anche la quota sottoscritta da investitori residenti nel Regno Unito/Irlanda (circa 20,2%) a fronte di una richiesta pari a circa il 39,9% della domanda totale. Il resto dell’emissione è stata collocato in larga parte in Europa continentale (circa 25,8%), con una significativa presenza di Scandinavia (8,4%), Germania/Austria (6,5%), Francia (4,3%), Iberia (3,1%) e Benelux (1,9%). Da notare la partecipazione anche degli investitori svizzeri per una quota pari circa all’1,7%. Al di fuori dell’Europa, significativa la partecipazione degli investitori nordamericani (USA e Canada), che si sono aggiudicati il 7,1% dell’emissione. Infine, il restante 2,6% è stato assegnato ad investitori residenti nel Medio Oriente ed in Asia.
Il collocamento è stato effettuato tramite la costituzione di un sindacato composto da Barclays Bank PLC, Crédit Agricole Corp. Inv. Bank, Goldman Sachs Int. Bank, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e Royal Bank of Scotland PLC che hanno partecipato in veste di lead managers, mentre tutti gli altri Specialisti in titoli di Stato sono stati co-lead managers dell’operazione.
 

Roma 18/03/2015

Sintesi vocale

Selezionare la funzione "Ascolta il comunicato" per eseguire la sintesi vocale del comunicato stesso. Una seconda selezione della stessa funzione mette in pausa la voce. Selezionare la voce "Ferma la sintesi vocale" per eseguire la funzione di stop del sistema.

Cerca nell'archivio dei comunicati