Partecipazioni dello Stato

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze detiene partecipazioni azionarie in società di capitali attive in diversi settori dell’economia, alcune delle quali ammesse alla quotazione delle proprie azioni in mercati regolamentati.

In questa pagina sono pubblicate e costantemente aggiornate le informazioni sulle società controllate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze anche ai sensi del Decreto Legislativo 33/2013 che ha reso obbligatorio l’accesso a tali informazioni per migliorare la trasparenza dell’agire pubblico.

Nei documenti non sono presenti informazioni su ENI, ENEL e Finmeccanica in quanto per queste aziende si applicano gli obblighi di pubblicità previsti per le società quotate nei mercati regolamentati.

Società partecipate

Partecipazioni del Mef

 

Elenco delle Partecipazioni dirette del Ministero dell'Economia e delle Finanze (Partecipazioni di maggioranza/controllo in società quotate, società non quotate, altre partecipazioni)

Archivio

 

Elenco delle società direttamente partecipate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con organi sociali da rinnovare nel corso del 2016

Società direttamente partecipate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con organi sociali da rinnovare nel corso del 2016
Società Organi sociali in scadenza
ANAS (100%) Collegio Sindacale
Cassa Depositi e Prestiti (80,10%) Collegio Sindacale
ENAV (53,37%) Collegio Sindacale
Ferrovie dello Stato Italiane (100%) Collegio Sindacale
INVITALIA (100%) Consiglio di Amministrazione
RAI (99,56%) Collegio Sindacale
Elenco delle società indirettamente partecipate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze con organi sociali da rinnovare nel corso del 2016

Secondo quanto stabilito all’art. 4 del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, i consigli di amministrazione delle società a totale partecipazione pubblica sono composti da tre o cinque membri, tenendo conto della rilevanza e complessità dell’attività svolta. Non sono assoggettate all’applicazione della predetta disciplina CONSIP S.p.A. e SOGEI S.p.A., per le quali l’art. 23-quinquies, comma 7, del citato decreto prevede che i consigli di amministrazione siano composti da tre membri, di cui due individuati tra i dipendenti dell’amministrazione economico-finanziaria ed il terzo con funzioni di amministratore delegato. Alla disciplina di carattere generale non è, inoltre, soggetta la RAI, il cui consiglio di amministrazione è nominato ai sensi dell’art. 49 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177.

Privatizzazioni

La realizzazione delle cessioni delle quote di Poste Italiane è stata conclusa nel mese di ottobre 2015. La privatizzazione è avvenuta secondo quanto disposto già nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del maggio 2014 che regolamentava l’alienazione fino al 40 per cento del capitale di Poste Italiane con il coinvolgimento anche del pubblico dei risparmiatori e dei dipendenti delle due Società.

Aggiornamenti

Approfondimenti

Ultimo aggiornamento 30 agosto 2016

Esplora