Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeBollettino Entrate Tributarie Gennaio-Ottobre 2009 e relativa Nota Tecnica

Comunicato Stampa N° 188 del 12/12/2009

Sono disponibili sul sito del Dipartimento Finanze (www.finanze.gov.it -Collegamento a sito esterno ) il Bollettino delle entrate tributarie per il periodo gennaio - ottobre 2009 e la relativa Nota Tecnica, che illustra in sintesi i principali contenuti del documento.

Va premesso che il mese di ottobre non è particolarmente significativo per l'andamento delle entrate fiscali, dato che non contiene particolari scadenze. E tuttavia si può notare quanto segue.

Nel periodo gennaio-ottobre le entrate tributarie mostrano un calo limitato al 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2008 (che incorporava i gettiti ante crisi).

L'atteso rallentamento delle entrate è sostanzialmente imputabile all'andamento delle imposte dirette, IRES e IRE, ed è giustificato sia dalla rateizzazione delle imposte versate in autoliquidazione, sia dal deterioramento del ciclo economico e dalla conseguente riduzione della base imponibile e, quindi, del gettito.

L'andamento dell'IRES è imputabile anche al meccanismo dei versamenti dei saldi e degli acconti, nonché al dispiegarsi degli effetti dell'entrata in vigore della riforma IRES e del regime fiscale dei contribuenti minimi (Legge finanziaria per il 2008). L'andamento dell'IRE riflette sia il calo dell'imposta dovuta in autoliquidazione, sia la variazione negativa delle ritenute da lavoro dipendente che evidenziano una buona tenuta anche in presenza di una contrazione del gettito ascrivibile agli effetti della crisi sul mercato del lavoro.

Le imposte indirette presentano una variazione negativa del 5,0%, stabile rispetto al periodo gennaio - settembre: la tenuta è determinata dal risultato positivo dell'IVA sugli scambi interni che, per il secondo mese consecutivo, registra una variazione positiva pari a 0,3% ciò che sembra indicare che il picco della recessione economica è alle spalle e si avvertono segni della ripresa. Di conseguenza, benché il gettito dell'IVA complessiva (scambi interni e importazioni) risulti in calo rispetto all'analogo periodo del 2008 (-8,7%), si consolida il miglioramento del tasso di variazione cumulato osservato a partire dal mese di luglio (-10,8% a giugno, -10,3% a luglio, -9,6% ad agosto e -9,3% a settembre).

Continua l'andamento positivo del gettito dell'imposta di consumo sul gas metano che fa registrare una crescita di 1,8 miliardi di euro (pari a +93,5%).

Si conferma il buon andamento degli incassi da ruoli relativi ad attività di accertamento e controllo che continuano a sostenere le entrate tributarie; nel periodo gennaio-ottobre 2009 il gettito è cresciuto del 19,6% rispetto allo stesso periodo del 2008 .

E' altresì disponibile sul sito del Dipartimento Finanze il Report delle entrate tributarie internazionali di ottobre 2009 il cui scopo è quello di fornire una analisi dell'andamento tendenziale del gettito tributario dei primi 10 mesi dell'anno per i principali Paesi europei sulla base delle informazioni diffuse con i "Bollettini mensili" sulle entrate tributarie di Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Regno Unito e Spagna.

Il confronto tra gli andamenti delle entrate tributarie nei Paesi oggetto della rilevazione evidenzia che l'Italia, per il sesto mese consecutivo, è il Paese con il più contenuto livello di contrazione delle entrate tributarie cumulate mensili (-3,4% del periodo gennaio-ottobre). Quasi tutti gli altri Paesi presentano tassi di variazione negativi superiori al 10%.

Roma 12/12/2009

Sintesi vocale

Selezionare la funzione "Ascolta il comunicato" per eseguire la sintesi vocale del comunicato stesso. Una seconda selezione della stessa funzione mette in pausa la voce. Selezionare la voce "Ferma la sintesi vocale" per eseguire la funzione di stop del sistema.

Cerca nell'archivio dei comunicati