Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeIL SOTTOSEGRETARIO VEGAS AD ALESINA: è FORSE UN CASO DI OMONIMIA? / THE UNDERSECRETARY VEGAS TO ALESINA: MIGHT THIS BE A DéJà VU?

Comunicato Stampa N° 40 del 12/03/2009

Oggi, in un convegno, il professor Alesina, riconoscendo che siamo in presenza di una crisi, "forse la peggiore dal dopoguerra", ha affermato che le grandi opere non sarebbero una priorità per il nostro paese, mentre meglio sarebbe procedere ad interventi di carattere più minuto e velocizzare i pagamenti della pubblica amministrazione.

Ci si domanda, ha osservato il sottosegretario Vegas, se non si tratti di un caso di omonimia con l'Alberto Alesina che, il 20 agosto 2007 dichiarò a La Stampa che "quella in atto è una correzione come ce ne sono state altre" e che, sempre ne Il Sole 24 del 7 settembre dello stesso anno disse: "finora non è accaduto nulla di catastrofico né, a mio parere, accadrà".

Non sarà certamente una crisi con identiche caratteristiche rispetto a quella del '29, ma nessuno potrebbe negare che si tratta di una crisi di sistema.

Per risolvere la quale è certamente necessario, ma non sufficiente, ristabilire un clima di fiducia. E, per ottenere questo risultato, sono indispensabili i fatti. Primo tra questi è il sostegno del settore del credito, come ha fatto il Governo, insieme alla salvaguardia dei redditi di chi rischia di perdere il lavoro, accompagnandoli al sostegno della domanda che, nelle attuali condizioni, difficilmente si può ottenere con strumenti che non si basino su una moderna infrastrutturazione del Paese. Non si tratta solo di scavare buche e riempire le buche scavate, ma di offrire un meccanismo di rilancio degli investimenti interni per fare dell'Italia un Paese più competitivo non appena la crisi sarà superata.

****

Ata meeting held today, Professor Alesina, in recognising that we are undergoingwhat is: �perhaps the worst crisis since the war', stated that great works arenot really a priority for our country, while smaller-scale and closelyscrutinised intervention would be required along with speeding up payments ofthe public administration.

Theundersecretary Vegas observed whether this might not be a repeat of what AlbertoAlesina referred to as: �an adjustment of the kind we've seen many times before',reported in La Stampa on 20 August2007, or echo what he stated the same year in Il Sole 24 of7 September: �so far nothing catastrophic has occurred, nor is it going to, inmy opinion'.

Itis certainly not a critical situation on the scale of the 1929 crisis, but itis undeniably an economic impasse.

Re-establishinga climate of confidence is crucial to resolving this situation, though notsufficient. And, in order to obtain this result, we need facts. First andforemost, support to the lending sector, of the kind the Government has given,along with protecting the income of those who risk losing their jobs, as wellas focusing on sustaining demand which can hardly be obtained - under presentconditions - if instruments are not based on modern infrastructures. It is notjust a question of digging holes and filling them, but offering a mechanismwhereby internal investments can be re-launched so that Italy can become a more competitive country as soon as this crisis is over.

Roma 12/03/2009

Sintesi vocale

Selezionare la funzione "Ascolta il comunicato" per eseguire la sintesi vocale del comunicato stesso. Una seconda selezione della stessa funzione mette in pausa la voce. Selezionare la voce "Ferma la sintesi vocale" per eseguire la funzione di stop del sistema.

Cerca nell'archivio dei comunicati