Contenuto principale

Ministero dell'economia e delle finanzeETI Spa: valutazione e dati sulla società

Comunicato Stampa del 16/07/2003

Roma, 16 luglio 2003

ETI Spa: valutazione e dati sulla società

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze informa che, in base al prezzo offerto, la valutazione dell'ETI Spa risulta pari a 15,5 volte il margine operativo lordo (MOL) 2002 e 13,7 volte il MOL degli ultimi 12 mesi (a marzo 2003), quindi significativamente superiore rispetto alla media dei multipli degli operatori quotati del settore.

ETI, nata nel luglio 1998 come Ente pubblico economico e trasformata in società per azioni nel luglio 2000, svolge l'attività di produzione e commercializzazione di tabacchi lavorati (ivi inclusi sigarette, sigari, sigaretti e trinciati). Inoltre, attraverso Etìnera (controllata interamente), la società fornisce servizi per la distribuzione su tutto il territorio nazionale di tabacchi lavorati italiani ed esteri.

A seguito dell'implementazione del piano di ristrutturazione predisposto dall'attuale management nel 2000, la società ha ridotto i siti produttivi a 7 dai 23 inizialmente ereditati, raggiungendo livelli di efficienza in linea con i più elevati standard internazionali.

Nell'ambito di tale ristrutturazione, la società ha anche dismesso le partecipazioni "non-core", tra cui le società Filtrati, ATICarta, ATISale ed ATI, ed ha effettuato uno spin-off degli immobili a favore dello Stato.

Il processo di ristrutturazione e rilancio dell'ETI ha consentito di arrestare la tradizionale perdita di quota di mercato dei suoi prodotti. Attualmente ETI ha stabilizzato la propria quota attestandosi al 26% del mercato italiano delle sigarette ed al 70% di quello dei sigari.

La società ha registrato nell'anno fiscale 2002, conclusosi a settembre, un valore della produzione pari a 635 milioni di euro ed un margine operativo lordo di 144,6 milioni di euro.

Nei sei mesi che si sono conclusi a marzo 2003, la società ha registrato un valore della produzione pari a 336,3 milioni di euro (rispetto ai 338,5 milioni dei corrispondenti sei mesi del 2002) ed un margine operativo lordo di 90,9 milioni di euro (rispetto a 72,3 milioni), nonché una disponibilità finanziaria netta pari a 86 milioni di euro.

16/07/2003

Cerca nell'archivio dei comunicati