Social media policy

Consultazione pubblica sulle social media policy


Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha posto in consultazione pubblica per un mese le Social Media Policy esterne ed interne redatte ispirandosi ai principi contenuti nelle Linee Guida emanate dal Dipartimento della Funzione Pubblica nel dicembre 2011.
Il documento è articolato nelle seguenti sezioni:

  • Sezione 1. Cosa postiamo sui social network
  • Sezione 2. Cosa non postiamo
  • Sezione 3. Vi ricordiamo che
  • Sezione 4. I social network dove siamo presenti
  • Sezione 5. Netiquette
  • Sezione 6. Social media policy interna
  • Sezione 7. Privacy
  • Sezione 8. Contatti e suggerimenti

Terminata la fase di consultazione si ricorda che eventuali modifiche alle policy saranno comunicate ai proponenti e indicate in nota nel documento definitivo.
Il testo posto in consultazione è pubblicato in allegato e nel corso del 2016 sostituirà le social media policy attuali, pubblicate di seguito.

Finalità

La social media policy esterna illustra all’utenza le regole di comportamento da tenere negli spazi di presidio dell’Amministrazione e indica quali contenuti e quali modalità di relazione ci si deve aspettare dall’Amministrazione.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze utilizza i social media con finalità istituzionali e di interesse generale per informare, comunicare, ascoltare e per favorire la partecipazione, il confronto e il dialogo con Cittadini e utenti, nell’ottica della trasparenza e della condivisione.

Contenuti

I contenuti pubblicati comprendono comunicazioni sulle attività e i servizi erogati, comunicati stampa, pubblicazioni e documenti ufficiali, novità normative, informazioni su iniziative ed eventi, immagini e video istituzionali. I canali social del MEF vengono utilizzato inoltre per raccogliere commenti, richieste, domande, critiche e suggerimenti.
Sfruttando le opportunità tipiche di questi servizi, il MEF può condividere e rilanciare occasionalmente contenuti e messaggi di pubblico interesse e utilità realizzate da soggetti terzi. In questi casi il MEF si limita a verificare l’attendibilità della fonte ma non ne certifica i contenuti.
I canali social del MEF producono propri contenuti testuali, fotografie, infografiche, video e altri materiali multimediali che sono da considerarsi in licenza Creative Commons CC BYND 3.0, possono essere riprodotti liberamente, ma devono sempre essere accreditati al canale originale di riferimento.
L’eventuale presenza di spazi pubblicitari nei canali social utilizzati dal MEF non sono sotto il controllo dell’Amministrazione, ma gestiti in autonomia dal social network.

Moderazione

I canali social del MEF vengono moderati in orari di ufficio. La moderazione da parte dell’Amministrazione all’interno dei propri spazi avviene a posteriori, ovvero in un momento successivo alla pubblicazione, ed è finalizzata unicamente al contenimento di eventuali comportamenti contrari alle norme d’uso.
I canali social del MEF NON possono essere utilizzati per pubblicare post e commenti/contenuti che siano discriminatori o offensivi nei confronti di altri utenti, presenti o meno alla discussione, di enti, associazioni, aziende o di chi gestisce e modera i canali social, per nessuna ragione.
Non saranno tollerati insulti, turpiloquio, minacce o atteggiamenti che ledano la dignità personale, i diritti delle minoranze e dei minori, i principi di libertà e uguaglianza.
In ogni caso, saranno rimossi dall’amministratore tutti i post, i commenti o i materiali multimediali che:

  • hanno un contenuto politico/propagandistico;
  • mirano a promuovere attività commerciali e con finalità di lucro;
  • presentano un linguaggio inappropriato e/o un tono minaccioso, violento, volgare o irrispettoso;
  • presentano contenuti illeciti o di incitamento a compiere attività illecite;
  • hanno contenuti offensivi, ingannevoli, allarmistici, o in violazione di diritti di terzi;
  • divulgano dati e informazioni personali o che possono cagionare danni o ledere la reputazione a terzi;
  • presentano contenuti a carattere osceno, pornografico o pedopornografico, o tale da offendere la morale comune e la sensibilità degli utenti;
  • hanno un contenuto discriminatorio per genere, razza, etnia, lingua, credo religioso, opinioni politiche, orientamento sessuale, età, condizioni personali e sociali;
  • promuovono o sostengono attività illegali, che violano il copyright o che utilizzano in modo improprio un marchio registrato;
  • contenuti classificabili come spam.

Il MEF si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi contenuto che venga ritenuto in violazione di questa social media policy o di qualsiasi legge applicabile. Per chi dovesse violare queste condizioni o quelle contenute nelle policy degli strumenti adottati ci si riserva il diritto di usare il ban o il blocco per impedire ulteriori interventi e di segnalare l'utente ai responsabili della piattaforma ed eventualmente alle forze dell'ordine preposte.

Privacy

I dati sensibili postati in commenti o post pubblici sui social media del Ministero dell’Economia e delle Finanze verranno rimossi. I dati condivisi dagli utenti attraverso messaggi privati spediti direttamente ai gestori del canale saranno trattati nel rispetto del D. Lgs. n. 196/2003.

Esplora