Contenuto principale

Tria: positiva la missione in Turchia

Roma, 22 luglio 2019 - Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria, ha avuto oggi a Istanbul un lungo colloquio con il collega turco, Berat Albayrak. L’incontro è stato da entrambi definito molto produttivo. Il comune obiettivo è rafforzare la cooperazione economico-finanziaria bilaterale sfruttando gli spazi potenziali che possono essere valorizzati. Oggi l’interscambio tra Italia e Turchia viaggia sui 18 miliardi di euro.

Il ministro Tria in mattinata ha avuto intensi colloqui anche con gli imprenditori italiani attivi in Turchia. Prima ha incontrato i presidenti delle Camere di Commercio e dell’ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane), insieme ai rappresentanti di grandi gruppi quali FCA, Pirelli, Unicredit, Salini Impregilo, Astaldi, Italferr, Barilla; poi ha visto il presidente della confindustria turca, la Tusiad, Simone Kaslowski.
Con gli imprenditori italiani Tria ha parlato a lungo delle opportunità che offre il Paese, nonostante il difficile periodo che l’economia turca sta attraversando. Il ministro ha insistito sulla complementarietà che esiste tra l’economia italiana e quella turca e sulle opportunità di reciproci investimenti da valutare nel prossimo futuro.

Nel pomeriggio il ministro ha incontrato un gruppo di grandi imprenditori turchi, tra cui Koc, Sisecam, Eren, Permak, Yilport, interessati a fare investimenti in Italia. “Rafforzare i rapporti bilaterali e la fiducia reciproca non potrà che irrobustire la crescita economica in entrambi i nostri paesi” ha affermato Tria.

Galleria fotografica

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.
Vai al menu di navigazione veloce