Contenuto principale

Dichiarazione politica di Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna sulla tassazione dell’economia digitale

Roma, 21 marzo 2018 -  I ministri delle finanze di Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Spagna hanno condiviso una dichiarazione politica a sostegno delle proposte in materia di tassazione delle attività digitali diffuse oggi dalla Commissione europea.

Di seguito il testo della dichiarazione congiunta, seguito dalla traduzione di cortesia in italiano.


POLITICAL STATEMENT: G5 RESPONSE TO THE COMMISSION PROPOSALS

Being able to appropriately tax the companies operating in the digital economy is a major global challenge. However, in the absence of a global consensus at the G20/OECD level we need to move ahead at EU level. By agreeing on a coordinated EU-wide approach we will ensure the integrity of the Digital Single Market.

Therefore, we welcome the EU Commission’s proposals that have been published today. We continue to support the EU’s ongoing work and hope it provides an impulse for the discussions at the G20/OECD level, while at the same time providing a basis for coordinated EU action to effectively align the taxation of highly-digitalised business profits with the place where value is created.

Our next step will be to thoroughly analyse the details of the proposals.We now look forward to constructive discussions in the Council with a view to finding agreement as soon as possible.

 


JOINT STATEMENT ON THE TAXATION OF COMPANIES OPERATING IN THE DIGITAL ECONOMY BY
BRUNO LE MAIRE, FRENCH MINISTER FOR THE ECONOMY AND FINANCE
OLAF SCHOLZ, GERMAN VICE CHANCELLOR AND FEDERAL MINISTER OF FINANCE
PIER CARLO PADOAN, ITALIAN MINISTER OF ECONOMY AND FINANCE
ROMAN ESCOLANO, SPANISH MINISTER FOR THE ECONOMY
PHILIP HAMMOND, BRITISH CHANCELLOR OF THE EXCHEQUER


Traduzione di cortesia

DICHIARAZIONE POLITICA: IL G5 RISPONDE ALLE PROPOSTE DELLA COMMISSIONE UE

Definire regole che consentono di tassare adeguatamente le società operanti nell’economia digitale è una delle principali sfide globali. Tuttavia, in assenza di un consenso globale al livello G20/OCSE dobbiamo procedere al livello dell’Unione europea. L’accordo su un approccio coordinato a livello dell’intera UE, assicurerà l’integrità del Mercato digitale unico.
Pertanto, accogliamo con favore le proposte della Commissione europea pubblicate oggi. Continueremo a sostenere il lavoro in corso nell’ambito dell’Unione europea, nell’auspicio che fornisca un impulso alle discussioni al livello G20/OCSE, costituendo contestualmente una base per un’azione coordinata a livello UE finalizzata ad allineare efficacemente la tassazione dei profitti delle attività altamente digitalizzate con il luogo dove viene creato il valore.
Il nostro prossimo passo consisterà nell’analizzare esaustivamente i dettagli delle proposte. Ci aspettiamo ora discussioni costruttive in sede di Consiglio al fine di giungere a un accordo quanto prima possibile.

 


DICHIARAZIONE CONGIUNTA SULLA TASSAZIONE DELLE COMPAGNIE CHE OPERANO NELL'ECONOMIA DIGITALE

BRUNO LE MAIRE, MINISTRO FRANCESE DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE
OLAF SCHOLZ, VICE CANCELLIERE DELLA GERMANIA E MINISTRO FEDERALE DELLE FINANZE
PIER CARLO PADOAN, MINISTRO ITALIANO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE
ROMAN ESCOLANO, MINISTRO SPAGNOLO PER L'ECONOMIA
PHILIP HAMMOND, CANCELLIERE DELLO SCACCHIERE BRITANNICO


 

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.
Vai al menu di navigazione veloce