Ti trovi in:

Il ministro Padoan alla conferenza per i 15 anni della borsa di studio ‘Alessandro Di Battista’

Roma, 12 aprile 2017 - Mercoledì 12 aprile 2017 nella sala Ciampi del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha avuto luogo una conferenza per ricordare il quindicesimo anniversario dell’istituzione della borsa di studio intitolata al giovane economista Alessandro Di Battista, allora distaccato dal Mef presso l’OCSE per lavorare nel campo dell’analisi fiscale e prematuramente scomparso nel 2001.

La borsa di studio, co-finanziata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stata istituita nel 2002 dal Governo italiano, insieme con il Centro per le Politiche e l’Amministrazione Fiscali (CTPA) dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).

Il principale obiettivo della borsa di ricerca “Alessandro Di Battista” è quello di permettere ad un giovane economista italiano di essere provvisoriamente distaccato (per dodici mesi) dal suo attuale datore di lavoro alll’OCSE, per condurre analisi di politica fiscale e acquisire esperienza al CTPA di Parigi. Il distacco è finanziato dal Ministero e consente al candidato selezionato di ricevere, oltre la normale retribuzione da parte dell’organizzazione di appartenenza, un’integrazione che gli consenta di far fronte alle spese extra nel periodo di lavoro fuori sede.

Il ministro Pier Carlo Padoan ha introdotto i lavori con un suo discorso di saluto, ricordando la figura di Di Battista, con il quale ha personalmente collaborato in anni passati: “Anche se qualche volta potevamo non essere completamente in accordo su alcuni argomenti - ha sottolineato il Ministro - ricordo sempre la sua grande professionalità e competenza”.

Erano presenti i familiari di Alessandro Di Battista ed i borsisti fruitori delle precedenti edizioni e di quella attuale. Dopo i saluti dell’l’Ambasciatore Alessandro Busacca, Rappresentante Permanente dell’Italia presso l’OCSE, Vincenzo Visco, ex Ministro delle Finanze ed ex Ministro del Tesoro, e Vieri Ceriani, attuale Consigliere del Ministro dell’Economia, hanno ricordato la figura di Alessandro Di Battista, ponendo l’accento sulle sue capacità e le qualità professionali.

Christopher Heady, ex Capo Divisione CTPA dell’OCSE si è soffermato sulla collaborazione tra OCSE e Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il fulcro della conferenza sono state due tavole rotonde che hanno visto coinvolti gli economisti precedentemente vincitori della borsa di studio: una sui temi della lotta all’elusione fiscale delle multinazionali in cui è stato illustrato il Piano d’Azione OCSE/G20 intitolato “Base Erosion and Profit Shifting” e lo scambio internazionale di informazioni fiscali; l’altra ha riguardato le aliquote effettive sulle imprese quale strumento per le valutazioni di policy.

Le conclusioni della conferenza sono state affidate a Fabrizia Lapecorella, Direttore Generale del Dipartimento delle Finanze.

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora