Ti trovi in:

Gli stress test e le banche italiane #inbreve

Roma 06 agosto 2016 - L'autorità bancaria europea (EBA) ha sottoposto i 51 principali istituti bancari europei a degli stress test. Questi test si configurano come una prova di resistenza patrimoniale a uno choc esterno: per esempio una grave crisi economica. Cinque banche italiane sono state sottoposte alla prova (Banco Popolare, Banca Monte dei Paschi di Siena, Intesasanpaolo, UBI, Unicredit): quattro hanno superato il test dimostrando che il patrimonio di cui dispongono consentirebbe di resistere anche a una profonda recessione. Monte dei Paschi invece sarebbe fortemente danneggiato da una recessione e quindi ha presentato un piano di rilancio che è stato già approvato dalla BCE. Un piano di rilancio che si compone di due passaggi essenziali: la cessione integrale del proprio portafoglio di crediti in sofferenza e quindi un aumento di capitale fino a 5 miliardi.

I crediti in sofferenza verranno ceduti al Fondo Atlante II, un fondo privato che investe in questa tipologia di crediti con l'obiettivo di recuperarli e ricavarne un profitto ragionevole. L'aumento di capitale è assistito da un consorzio di garanzia composto da primarie banche internazionali.

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora