Ti trovi in:

Pir, il bilancio del primo anno. Raccolti 11 miliardi

Roma, 09 febbraio 2018 - Si è svolto oggi presso la Borsa di Milano un incontro organizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sul tema: “Un anno di PIR, bilancio e previsioni”. L’iniziativa è stata una utile occasione per fare il punto sui Piani Individuai di Risparmio, il nuovo strumento finanziario finalizzato a sostenere le piccole e medie imprese. All’incontro hanno preso parte rappresentanti di Consob, Assogestioni, Assoimmobiliare, Ania, Confindustria e operatori del settore.
I risultati del primo anno, anche grazie all’incentivo fiscale previsto (zero tasse se il PIR viene tenuto per 5 anni) sono incoraggianti, oltre le aspettative del governo: sono stati raccolti circa 11 miliardi di euro e si prevede che saranno oltre 50 le aziende che si quoteranno nel 2018 e che beneficeranno della raccolta
I partecipanti all’incontro hanno riconosciuto il successo dello strumento, che contribuisce ad avvicinare le piccole e medie imprese al mercato dei capitali e a dare vitalità ai mercati italiani (in particolare all’AIM e al segmento STAR).

“I PIR sono lo strumento per portare il risparmio degli Italiani alle imprese italiane. Il loro debutto nel 2017 – ha sottolineato Fabrizio Pagani, capo della segreteria tecnica del Ministro Padoan - e’ stato un grande successo. Adesso lo sforzo collettivo deve essere quello di allargare la platea dei beneficiari, per esempio facendo quotare più imprese e portando risorse alle imprese non quotate. C’è la volontà per avviare un percorso che può avere effetti notevoli di trasformazione e rafforzamento dell’industria italiana”.
L’amministratore delegato di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, ha rimarcato come si sia appena concluso "un anno record per i mercati azionari di Borsa Italiana e l’introduzione dei Piani Individuali di Risparmio ha contribuito al raggiungimento di questo risultato. Dall’aumento delle società quotate e della liquidità, alle performance degli indici rappresentativi delle PMI, al successo delle SPAC fino al consolidamento del mercato AIM Italia, i PIR hanno rappresentato un elemento decisivo favorendo la presenza di investitori domestici. Accogliamo con favore l’estensione al settore immobiliare, per il quale Borsa Italiana mette a disposizione mercati dedicati’’

Per saperne di più

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora