Ti trovi in:

730 e Unico precompilati


Dopo il debutto dello scorso anno, torna la dichiarazione precompilata. A partire dal 15 aprile, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione la dichiarazione dei redditi con i dati già preinseriti. Il contribuente non è obbligato a utilizzare la precompilata e può in alternativa presentare la dichiarazione con le modalità ordinarie. Da quest’anno le stesse informazioni utilizzate per il modello 730 saranno rese disponibili anche ai cittadini che presentano Unico Persone Fisiche. La dichiarazione precompilata interesserà quindi un numero potenziale di 30 milioni di contribuenti, che potranno scegliere il modello dichiarativo che maggiormente risponde al loro profilo.

Tutte le informazioni su come visualizzare, compilare, integrare o modificare e trasmettere la dichiarazione, sono disponibili sul sito https://infoprecompilata.agenziaentrate.it

Novità 2016

Diverse le novità introdotte rispetto al primo anno, tra cui:

  • si allarga la platea del 730 precompilato - Il modello sarà disponibile per tutti i cittadini che, nel 2015, hanno percepito redditi di lavoro dipendente e assimilati o redditi di pensione, a prescindere dal fatto che l’anno precedente abbiano presentato il 730;
  • si aggiunge il modello Unico - La dichiarazione dei redditi precompilata è disponibile sia per chi presenta il modello 730 sia per chi presenta il modello Unico;
  • più dati inseriti dall’Agenzia - La precompilata 2016 si arricchisce di 700 milioni di nuovi dati relativi a oneri detraibili e deducibili, tra cui le spese sanitarie (fatta eccezione per i soli farmaci da banco), le spese universitarie, le spese funebri, i contributi versati alla previdenza complementare, i bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici;
  • dichiarazioni congiunte per i coniugi - Per la prima volta i coniugi potranno decidere di presentare il 730 congiunto direttamente, senza doversi necessariamente rivolgere a un Caf o a un professionista abilitato.

Come si accede alla dichiarazione precompilata

Da quest’anno l’accesso online alla propria dichiarazione precompilata può essere effettuato anche con il Sistema pubblico per l’identità digitale (SPID) e con le credenziali di tipo dispositivo rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA). Il contribuente può accedere alla dichiarazione precompilata (per accettarla, eventualmente modificarla, inviarla) anche tramite il proprio sostituto di imposta che presta assistenza fiscale, oppure tramite un Caf o un professionista abilitato. In questi casi, occorre consegnare al sostituto d'imposta o all'intermediario un'apposita delega per l'accesso alla dichiarazione. In caso di minore, la dichiarazione può essere presentata dal tutor o dal genitore. Il contribuente può, quindi, accedere alla dichiarazione precompilata tramite:

  • Fisconline (con pin e password ottenuto direttamente dall'Agenzia delle Entrate)
  • Spid (il nuovo "Sistema Pubblico dell'Identità Digitale" per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione)
  • Inps (con il pin "dispositivo" dell'INPS)
  • NoiPa (se è dipendente di una Pubblica Amministrazione che ha aderito al sistema NoiPA).

Vantaggi del 730 precompilato

Sono confermati i benefici già previsti lo scorso anno sia per chi accetta direttamente online, senza modifiche, il proprio 730 precompilato, sia per chi si rivolge a un Caf o a un intermediario: nel primo caso sono esclusi eventuali accertamenti dell’Agenzia, mentre nel secondo caso i cittadini non dovranno più conservare scontrini e ricevute delle spese poiché il Fisco li chiederà esclusivamente agli intermediari. Vantaggi che si applicano ai contribuenti che presenteranno il 730 precompilato e non anche a coloro che utilizzeranno il modello Unico precompilato. Per questi ultimi non è inoltre prevista la possibilità di delegare soggetti terzi allo scarico dei dati dell’Agenzia.

L’agenda della dichiarazione precompilata 2016 (730 e Unico)

 

  • 15 Aprile 2016

    Sono disponibili, nell'area riservata, le dichiarazioni precompilate (modello 730 e modello Unico).

  • 2 maggio 2016

    Da questa data è possibile: accettare, modificare e inviare la dichiarazione 730 precompilata all'Agenzia delle Entrate direttamente tramite l'applicazione web e modificare e inviare il modello Unico precompilato direttamente all'Agenzia delle Entrate.

  • 16 giugno 2016

    Ultimo giorno utile per il versamento degli eventuali saldo e primo acconto per i contribuenti senza sostituto d'imposta.

  • 7 luglio 2016

    Ultimo giorno utile per la presentazione della dichiarazione 730 precompilata.

  • 16 luglio 2016

    Ultimo giorno utile per il versamento, con la maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse, degli eventuali saldo e primo acconto per i contribuenti senza sostituto d'imposta.

  • 30 settembre 2016

    Ultimo giorno utile per comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore.

  • 30 settembre 2016

    Ultimo giorno utile per la presentazione del modello Unico precompilato.

  • 25 ottobre 2016

    Ultimo giorno utile per presentare un modello 730 integrativo, possibile solo se l'integrazione comporta un maggiore credito, un minor debito o un'imposta invariata. La presentazione può essere fatta solo tramite Caf o professionista abilitato.

 

Spot Dichiarazione Precompilata 2016

Torna la Dichiarazione Precompilata. Spese universitarie, sanitarie, pensioni integrative, bonus ristrutturazioni, risparmio energetico.
 

Per saperne di più

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora