Benvenuto sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze, conosciuto anche come Portale mef

Contenuto principale

Emissione speciale BTP ITALIA a sostegno di sanità e ripresa economica

La gestione del Debito Pubblico si aggiorna per far fronte all’emergenza Covid-19.

Come annunciato nelle nuove Linee guida sulla gestione del debito pubblico per il 2020 pubblicate il 14 aprile, sono diverse le azioni che verranno poste in essere per finanziarie i provvedimenti presi dal Governo a fronte dell’emergenza sanitaria ed economica dovuta all’epidemia in corso.

Molte novità riguarderanno le aste e i collocamenti riservati agli Specialisti in Titoli di Stato, ma un ruolo importante è stato riservato al mercato retail, ovvero a tutti i cittadini italiani che desiderano, anche tramite la gestione dei propri investimenti, contribuire alle spese sanitarie e al sostegno al lavoro nonché al rilancio dell’economia.

Oggi, secondo i dati forniti dalla Banca d’Italia, la quota sul totale dei titoli di Stato in circolazione sottoscritta direttamente dagli investitori retail è pari al 3%, un livello molto basso anche se confrontata con il recente passato.

BTP ITALIA, Quota retail delle emissioni (% sull'ammontare emesso)
 

BTP Italia emissione emergenza Covid19 – L’investimento che ci sostiene

L’emissione del BTP Italia che si è svolta dal 18 al 21 maggio 2020, è la sedicesima della storia di questo titolo ed è interamente destinata a finanziare le spese dell’emergenza Covid-19.

BTP ITALIA, i numeri dal 2012 ad oggi
 

Cos’è il BTP Italia?

Il BTP Italia è un Titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale e pensato come strumento di protezione del risparmio dall’innalzamento dei prezzi.

La sua durata, nelle diverse emissioni, è stata da 4 a 8 anni, con cedole pagate semestralmente e capitale sempre garantito a scadenza, anche in caso di deflazione. Per questa emissione la durata è stata fissata a 5 anni.

BTP ITALIA, l’investimento che ci sostiene. Dal 18 al 21 maggio 2020. Durata 5 anni
 

Quali sono le novità di questa sedicesima emissione?

  • La nuova emissione BTP Italia è interamente destinata a finanziare le spese dell’emergenza Covid-19 e i provvedimenti per la ripresa economica dell’Italia e il sostegno a famiglie e imprese.
  • Per la prima volta è prevista una scadenza a 5 anni.
  • Il “premio fedeltà” è stato raddoppiato all’8 x mille del capitale investito. Come sempre il premio è riservato solo ai risparmiatori privati ovvero coloro che acquistando il 18, 19 o 20 maggio lo detengano fino a scadenza.
  • Con l’obiettivo di favorire la massima partecipazione e agevolare il lavoro degli intermediari finanziari in questo particolare periodo, per la prima volta non è prevista la facoltà di chiusura anticipata lasciando quindi tre intere giornate per le sottoscrizioni dei risparmiatori retail, il 18, il 19 e il 20 maggio.

Per il resto il Titolo conferma le sue caratteristiche.

  • Tasso reale annuo indicizzato all’inflazione nazionale
  • Floor di protezione sul capitale investito in caso di deflazione
  • Cedole semestrali
  • Capitale sempre garantito a scadenza
  • Tassazione agevolata sul capital gain come per tutti i Titoli di Stato al 12,5%
  • Nessuna commissione per chi acquista nei giorni di collocamento
  • È previsto il full allotment per gli investitori retail, ovvero viene soddisfatta l’intera domanda che arriva dai piccoli risparmiatori. Il lotto minimo è di 1.000 euro

Quali sono i rendimenti previsti per chi sottoscrive questa emissione BTP Italia?

Il rendimento varia per ogni emissione. Per l’emissione al via da lunedì 18 maggio, il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito è stato fissato all’1,40%. Il tasso cedolare (reale) annuo definitivo della sedicesima emissione del BTP Italia, comunicato all’apertura della quarta giornata di emissione, nella mattinata di giovedì 21 maggio, è pari all’1,40%.

Le cedole come sempre saranno pagate ogni 6 mesi.

Il rendimento finale del BTP Italia di questa sedicesima emissione sarà dato dal tasso fissato il 21 maggio rivalutato, ovvero con l’aggiunta, del tasso di inflazione nazionale registrato per ogni semestre nei 5 anni di durata del titolo. Il tasso di inflazione di riferimento è l’indice FOI (Indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi).

Come fare per sottoscrivere il BTP Italia?

Il Titolo, oltre che in banca o presso l’ufficio postale dove si detiene un conto titoli, si può sottoscrivere anche direttamente online, attraverso il proprio home-banking se abilitato alla funzione di trading-online, senza quindi recarsi in filiale o presso gli uffici postali. Questa opportunità, da sempre caratteristica del BTP Italia, in ragione dell’emergenza in corso, è risultata particolarmente utile in questa occasione.

Il BTP Italia infatti viene collocato non tramite le solite aste, tramite piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana, con il supporto di quattro banche dealers: Banca Imi Spa, Bnp Paribas, Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese Spa e Unicredit Spa.

Il collocamento è articolato in due fasi dedicate a due diverse tipologie di sottoscrittori potenziali.

La Prima Fase si è svolta in tre giornate da lunedì 18 maggio a mercoledì 20 maggio e, come di consueto, è stata riservata ai risparmiatori individuali e ad altri affini (mercato retail) e non prevedeva limiti o tetti all’emissione. È stato possibile sottoscrivere titoli a partire da 1.000 euro.
Il codice ISIN del titolo della Prima Fase è IT0005410904. Per la Seconda Fase dedicata agli investitori istituzionali, il codice ISIN del titolo è IT0005410912.

La Seconda Fase, svoltasi giovedì 21 maggio, è riservata agli investitori istituzionali, per i quali il collocamento può prevedere un riparto, nel caso in cui il totale degli ordini ricevuti risulti superiore all’offerta finale stabilita dal MEF.

Tutti i dettagli della emissione di BTP Italia sul Titolo pubblicati nella Scheda Informativa del Titolo.

I risultati: un record per la sedicesima emissione BTP Italia

Oltre 22 miliardi di euro è il risultato dell’emissione del Btp Italia, dedicata al finanziamento degli interventi relativi all’emergenza Covid-19, tenutasi nelle due fasi fra il 18 ed il 21 maggio.
In particolare, nel corso della prima fase, riservata agli investitori retail, sono stati conclusi 383.966 contratti per un controvalore pari a 13.997,606 milioni di euro.
Nella seconda fase del collocamento, dedicata a investitori istituzionali, sono pervenute, e sono state eseguite, 746 proposte di adesione, per un controvalore emesso pari a 8.300,000 milioni di euro, a fronte di un totale richiesto pari a 19.546,876 milioni di euro (coefficiente di riparto pari a circa il 42,5 per cento).
I dettagli sulla composizione della domanda sono consultabili nel comunicato stampa.

Comunicazioni ufficiali del BTP Italia – Emissione maggio 2020

Contatti

Ulteriori informazioni possono essere richieste a: dt.gruppo.info@tesoro.it

 Per saperne di più

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.